Zafferano

Storia dello Zafferano di Baselice

l’innovazione è sempre parte di un percorso storico e culturale che ha consentito, in questo caso, allo zafferano di giungere a Baselice un paese dell’entroterra campano, diventando un  prodotto distintivo del territorio. L’agricoltura e il territorio stanno vivendo un momento particolarmente difficile. Anni di crisi che hanno messo in ginocchio il territorio, ai quali ora si aggiunge anche il cambiamento climatico e un forte spopolamento.

In una realtà  così mutata ci obbliga a ricercare nuove idee e pensare a delle valide alternative alle produzioni tradizionali, è così che nasce  lo Zafferano di Baselice.  Grazie alla volontà di quattro  amici, di condividere idee, progetti, alla ricerca di un’opportunità di crescita professionale e personale. Coltivare i bulbi di zafferano, per ottenere zafferano da pistilli può essere una buona opportunità per integrare il reddito agrario e per i giovani che intendono restare nel proprio territorio.

Lo zafferano visto come volano per attrarre turismo e far conoscere non solo l’oro rosso della tavola, ma anche la sua terra di provenienza e le sue bellezze. Una sfida sicuramente non facile, ma affascinante ed unica come esperienza. Per un’agricoltura come quella Fortorina, da sempre ritenuta sana, nutriente, lontana da fonti di inquinamento delle grandi città e di realtà industriali distruttive.

 Lo Zafferano è originario dell’Asia Minore, fu introdotto in Europa, per la precisione in Spagna, dai conquistatori Arabi. Fu invece un monaco abruzzese del Tribunale dell’Inquisizione ad introdurre la spezia in Italia centro Meridionale nel XIV . La pianta dello zafferano, il cui nome botanico è Crocus sativus, appartiene alla famiglia delle Iridacee. Essa presenta un bulbo da cui si sviluppa un fiore di colore violaceo che presenta tre Pistilli dal colore rosso - arancione i quali, dopo essere stati essiccati, vengono usati come spezia in cucina,una spezia benefica ricca di proprietà.

Benefici e proprietà dello Zafferano

Lo zafferano è ricco di molte vitamine essenziali, compresa la vitamina A, l'acido folico e la vitamina C, che è essenziale per la salute.Inoltre, questa speziaè una buona fonte di minerali come: rame, potassio, calcio, manganese, ferro, selenio, zinco e magnesio. Inoltre lo zafferano contiene la vitamina B1 ed è molto ricco di vitamina B2.

Le popolazioni arabe furono le prime ad accorgersi delle sue proprietà curative e afrodisiache e lo definirono un "antidepressivo naturale": i suoi principi attivi agiscono positivamente sull'umore. Alcuni studi hanno inoltre evidenziato come il Ginseng e lo zafferano siano degli afrodisiaci naturali più potenti del cioccolato. Lo zafferano è uno degli alimenti più ricchi di carotenoidi, che hanno proprietà antiossidanti, antitumurali e anti radicali. Inoltre i carotenoidi: proteggono le cellule dai danni delle ossidazioni, incrementano le resistenze immunitarie.

Comments are closed.