Coltivazione Chia

 

 semi di chia coltivata in italia

 

Chia

 

Cos'è la Chia?

Comunemente conosciuta come Chia, etimologicamente legato alla lingua azteca, il termine chian può essere tradotto con l’aggettivo “oleoso” la stessa parola significa forza e vigore. I semi di chia si presentano di piccole dimensioni e di colore non uniforme, può variare dal grigio chiaro al marrone, fino al nero. Appartenente alla famiglia delle Lamiacee, la stessa della menta, ed è nativa del centro-sud del Messico e Guatemala. La tradizione locale attesta che questa pianta veniva già coltivata in epoca pre-Colombiana dalle civiltà Azteche. La scoperta delle sue proprietà benefiche risalgono, dunque, ad epoche lontane, si narra che da questo seme, gli aztechi traessero la loro forza durante le battaglie e che grazie alla sua forza riuscirono a conquistare territori e popolazioni fino a formare un grande impero. Questo vegetale, insieme all’amaranto, ai fagioli alla quinoa ed al mais, costituiva la base della dieta quotidiana delle popolazioni messicane ed Azteche, oltre che della più nota civiltà Maya. Un cucchiaio di semi di chia , dato il suo valore energetico, era considerato la “razione base” di sopravvivenza dei guerrieri Aztechi.

 

La salvia Hispanica cresce spontaneamente nei Paesi del Centro America ed in particolare nel Messico, fiorisce da luglio ad agosto (da noi a metà ottobre) con numerosi fiori tipicamente ermafroditi raggiungendo l’altezza di due metri. La sua coltivazione è abbastanza semplice e non necessita di antiparassitari. Si può affermare che queste coltivazioni sono praticamente ecologiche, sotto tutti gli aspetti.

 

Il seme di Chia è un piccolo scrigno contenente principi nutrizionali eccellenti, i semi garantiscono la salute del cuore, del cervello e dei muscoli. Contrastano cali di concentrazione e stati d'ansia, riducono i livelli di colesterolo cattivo, favoriscono il transito intestinale la fluidità delle articolazioni, migliorano il metabolismo e aiutano ad eliminare il grasso in eccesso, bisogna stare molto attenti alle dosi, un adulto dovrebbe infatti non assumerne più di 25 g. al giorno. Impiegati come fonte alimentare nei paesi come il Paraguay, la Bolivia, il Messico, il Guatemala, l’Argentina e in tutto il Sud-ovest degli Stati Uniti tra cui Bolivia e Messico sono i maggiori produttori mondiali , solo di recente il consumo di chia si sta diffondendo in Europa. A partire dal 2009 sono considerati integratori alimentari naturali dall’UE. Più precisamente, la Commissione del 13 ottobre 2009 autorizza l’immissione sul mercato dei semi di Chia come ingrediente alimentare, o novel food, a norma del regolamento (CE) n. 258/97 del Parlamento europeo. In seguito a tale decisione, dunque, il loro impiego è consentito anche nelle miscele di cereali per la prima colazione, accanto a noci e frutta secca.

chia coltivata in italia

 

Le caratteristiche nutrizionali della Chia

 

La Chia è priva di glutine La caratteristica più importante della chia è la naturale assenza di glutine al suo interno ed è stato inserito nel prontuario dei cibi senza glutine fornito dal Ministero della Salute. Lo pseudo cereale può essere consumato anche da coloro che non soffrono di intolleranze, aiuta a migliorare la digestione e l’abbassa il colesterolo.

 

La Chia è un’ alleata dei vegetariani , anziani e bambini La chia data la sua abbondanza di proprietà nutritive e alla presenza di abbondanti quantità di proteine (21%) facilmente assimilabili è un valido ingrediente nella dieta vegetariana e vegana.

 

La Chia ha tanti benefici per il sistema cardiocircolatorio I semi di chia Migliorano la salute del cuore , la pressione sanguigna e aumentano il colesterolo sano riducendo il colesterolo totale, il colesterolo cattivo (LDL) e i trigliceridi. Contengono acidi grassi essenziali omega3 e omega 6 per il 20% del loro peso, una caratteristica che li rende affini ai semi di lino e all'olio di lino.

 

La Chia aiuta a combattere i segni dell’invecchiamento I semi di chia grazie ad un alto contenuto di antiossidanti (4 volte in più rispetto al Mirtillo), aiutano a ridurre e contrastare i segni dell’ invecchiamento.

 

La Chia ha un elevato contenuto di calcio I semi di chia hanno un’ alto contenuto di calcio, 5 volte in più rispetto al latte,inoltre contengono anche il boro, che è un altro componente essenziale per la salute, aiuta a metabolizzare il calcio, il magnesio, il manganese e il fosforo.

 

La Chia è un concentrato di minerali , vitamine Il semi di Chia contengono 7 volte la Vitamina C delle Arance, inoltre contengono 2 volte il Potassio delle banane, 15 volte il Magnesio dei broccoli, 5 volte il Calcio del latte, 3 volte il Ferro degli spinaci, e poi contengono ancora altri oligoelementi molto importanti quali: manganese, zinco, fosforo e presenta poco sodio, quindi può essere consumato anche dai soggetti ipertesi.

Comments are closed.